venerdì 31 maggio 2013

Blogstorming: il nostro (e non solo) Nuovo Tempo.

Ad aprile, per questioni di tempo, non siamo riusciti ad unirci al blogstorming di genitori crescono e, questo mese, quasi a ricordarcelo, il tema è proprio IL TEMPO, o meglio come cambia la sua gestione quando si diventà mamma e papà... e allora, anche se quasi sul filo del rasoio, accogliamo questo richiamo e ci uniamo al coro dei genitori che già hanno dato il contributo a questo tema.

Prima di diventare 3G, parlando di viaggi, lavoro, particolari progetti di vita...., ci siamo sentiti dire spesso "Fatelo ora, perchè quando diventerete genitori non ne avrete più il tempo!".
E così, forse inconsciamente indotti dal tono nostalgico di chi pronunciava quelle parole, abbiamo continuato a rimandare il momento che ci avrebbe trasformato in tre.

Poi è arrivata Gioia e dal primo istante in cui l'abbiamo tenuta tra le braccia il tempo ha cominciato a scorrere in modo diverso, completamente scandito da lei minuto per minuto, facendoci scoprire il vero significato di quella frase così tante volte sentita, ma mai pienamente vissuta, "qui e ora" e, allontanando dalla nostra mente qualsiasi pensiero nostalgico del tempo prima di lei.

Certo, è indubbio che molte cose con lei stiano cambiando e cambieranno, ma non è così per ogni fase della vita? Non smettiamo forse (quasi tutti) di giocare con bambole e soldatini quando dall'infanzia passiamo all'adolescenza? E le paranoie da teenagers non diventano poi motivo di sonore risate quando superiamo la ventina? E ancora, il tempo degli esami universitari non è oggi solo un lontano ricordo? Insomma è proprio il caso di dire che esiste un tempo per ogni cosa. 

Partendo da questa consapevolezza stiamo vivendo il nostro tempo da genitori come un tempo prezioso, convinti che debba essere vissuto senza rimpianti, godendosi tutto quello che ci regala, senza pensare a quello che, seguendo l'ordine naturale delle cose, "ci sta togliendo".

Ed è cosi che abbiamo scoperto:
  • il tempo della colazione, nel silenzio del primo mattino, quando Gioia decide che la sua giornata inizia alle 5.30;
  • il tempo di una sveglia notturna con il suo dolce sorriso;
  • il tempo di una vacanza senza programmi; 
  • il tempo dell'osservarla quando dorme beatamente nel suo lettino;
  • il tempo delle coccole;
  • il tempo per una passeggiata, tornati dal lavoro;
  • il tempo di guardare ciò che ci circonda con la sua stessa curiosità, come se anche noi lo vedessimo per la prima volta;
  • Il tempo di giocare in tre sul tappetone, anche se ci sono vetri, pavimenti, mobili... che cercano di richiamare invano da mesi la nostra attenzione;
  • il tempo della nascita di un dentino;
  • il tempo delle piccole conquiste di ogni giorno;
  • il tempo di dare la giusta priorità alle cose, guardandole da un una nuova prospettiva.

Ultimamente ci é capitato spesso di pensare che diventare genitori ci abbia improvvisamente catapultato in una nuova dimensione spazio temporale, dove paradossalmente avere meno tempo puó anche avere un significato terapeutico.
Pensate che stiamo esagerando? Beh, forse é vero, ma non siamo gli unici "folli". Leggendo nei post del blogstorming, ritroviamo questa sensazione anche nelle parole di "Tempo al Tempo" di mcomemamma, quando scrive:"Ho deciso, non senza un certo sforzo, che a volte è meglio anteporre il piacere al dovere, per la mia salute mentale...e per quella di tutta la famiglia"; sensazione che ritorna anche nel post "Il tempo di avere tempo" di Fioly, una mamma con il jolly:"Però esiste un altro tempo, coi figli. Una dimensione dilatata che non esisteva prima. Quella di una fiaba raccontata abbracciati, quella di un gioco ripetitivo e buffo, lo stare insieme così, senza uno scopo preciso, ad annusarsi e guardarsi vivere. Quella dimensione altra che dà un senso a tutto il resto del tempo."
E anche Marimom é sicuramente d'accordo con noi e nel suo "Il valore del tempo" , lo esprime benissimo con queste parole: "Ho imparato a godere del presente, a centellinarlo perché il suo sapore rimanga impresso per sempre nella mia memoria. E per questo ringrazio mio figlio. Che mi ha insegnato il valore del tempo, grazie al tempo che trascorriamo insieme." 

E le follie non finiscono qui... il tempo dei genitori sembra diventare addirittura infinito leggendo le parore de "Il tempo"  di mamma Gina Barilla:" il tempo si ferma e mi permette di assaporare alcuni istanti come se fossero infiniti, mi riempie gli occhi di meraviglia, mi offre una prospettiva differente, un suono nuovo, un'immagine inaspettata: una parola, una risata, uno sguardo, un abbraccio, un sussulto nel sonno.. cose semplici e meravigliose, che non saprei vedere, se non avessi Guu al mio fianco".
Il paradosso del tempo che aumenta una volta diventati genitori lo esprime sicuramente al meglio il mio superpapà quando nel suo post "Il tempo riconquistato" dice "Filippo e Bea, sì proprio loro, con la loro presenza oggettivamente totalizzante mi hanno, almeno in parte, restituito del tempo che avevo scordato."  


Riuscire a vivere a pieno il momento è una grande conquista e non è certo una cosa scontata. Il concetto del "Qui e ora" non è forse alla base di tante teorie sulla ricerca della pace interiore attraverso la meditazione? Senza addentrarci in discorsi filosofici, in cui sicuramente ci incarteremmo, ci limitiamo a suffragare la nostra tesi pescando ancora una volta dai post di questo blogstorming, scegliendone due, a nostro parere, molto significativi:
  • l'intervista di Marina "Se avessi tempo" di genitori crescono da cui estrapoliamo queste parole:"E’ un tempo fatto di tanti presenti, ti costringe a vivere qui e adesso."
  • e "Il tempo presente" di Marzia di cui non citiamo nulla, perchè dovremmo fare un copia e incolla integrale.
Concludiamo quindi queste nostre riflessioni con una frase a noi cara di cui abbiamo già lasciato traccia in vari commenti, ma che vogliamo immortalare anche qui a casa nostra:

"Io non vivo né nel mio passato, né nel mio futuro. Possiedo soltanto il presente, ed è il presente che mi interessa. Se riuscirai a mantenerti sempre nel presente, sarai un uomo felice. La vita sarà una festa, un grande banchetto, perché è sempre e soltanto il momento che stiamo vivendo.
L'Alchimista - Paulo Coelho"

Questo post partecipa al blogstorming http://genitoricrescono.com/tema-mese-tempo/

18 commenti:

  1. Avete fatto davvero un bel collage di pensieri e un elenco molto tenero di ciò che questo tempo in 3G vi sta regalando.
    Il tempo è sempre prezioso, i bambini ce lo ricordano un po' di più :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marzia! ...è vero il tempo è sempre prezioso e dovremmo ricordarcelo sempre! :-)

      Elimina
  2. Brava, condivido in pieno, io ho fatto pace con il tempo quando ho capito che c'é davvero un tempo x ogni cosa....ed é inutile guardare indietro....perdendosi tutto il bello del presente! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero... Chi si guarda indietro è perso! ;-))

      Elimina
  3. grazie per avermi citata.
    bellissima questa raccolta di penieri sul tempo insieme ai figli... ci vorrebbe il TEMPO di leggere tutto con calma! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ma grazie a te che hai trovato il tempo di leggerci! ;-)

      Elimina
  4. Bellissimo post anche il vostro!
    Grazie!

    RispondiElimina
  5. Onorata di essere citata in questo bellissimo post!
    Grazie
    Marianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per essere passata da noi!

      Elimina
  6. Bel post davvero! E grazie della citazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!...contenti che tu l'abbia apprezzato!

      Elimina
  7. Proprio vero: "una nuova dimensione spazio temporale" !
    Mi piace molto quando fate il punto dei blogstorming !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Squa!...grazie!....ormai non possiamo farne a meno (tempo permettendo ;-))...leggendo i vari post ritroviamo sempre un trasparente filo conduttore che lega genitori sparsi per l'Italia (e non solo) e ci piace rendere un po' più visibile quel filo condividendolo con i nostri pensieri. ..

      Un abbraccio!

      Elimina
  8. Bellissimo post...si, ci sono tante rinunce ma anche tante gioie e si impara a fare tutto passo passo, senza la frenesia di dover, fare, dover, dìriuscire, dovere dovere dovere. Il dovere rimane ma assume altri significati.

    RispondiElimina
  9. Fortuna che ho trovato il tempo di passare di qua, è davvero un bel post ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!!..allora siamo contenti di aver trovato il tempo per scriverlo...;-))

      Elimina

Lascia qui il tuo commento o mandaci una e-mail a famiglia3g@gmail.com.
In buona fede lasciamo aperto il commento a tutti; eventuali commenti offensivi o non coerenti con i contenuti di questo blog verranno eliminati anche se pubblicati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...